InQuindiciRighe…Ippolito I D’Este (1479-1520) Vita avventurosa di un cardinale del Rinascimento

Il cardinale Ippolito d’Este è il terzogenito del duca Ercole I e di Eleonora d’Aragona. Percorre una fulminea carriera: arcivescovo in Ungheria, cardinale ad appena 14 anni, poi vescovo di Milano, Ferrara, Modena, Capua ed Eger. Ricchissimo, ambizioso ed arrogante, è risoluto nello stabilire una personale e forte posizione all’interno della curia romana, sebbene fosse…

InMostra. Tre percorsi per l’Europa a Roma: Traiano, Bernini e Fornasetti

Tre percorsi espositivi a Roma che ripercorrono, dall’antichità alla contemporaneità, l’idea di Europa, partendo da modelli culturali ed oggetti d’arte riconosciuti in tutto il vecchio continente come tracce identitarie della nostra civiltà. Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa 29/11/2017 – 16/09/2018, Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali Il percorso espositivo si compone di statue, ritratti, decorazioni…

InQuindiciRighe…Buio in sala. Guida breve ai cinema di Roma

Questo agevole libretto, dalla dimensione contenuta, una vera e propria guida tascabile, rivela al suo interno una saggia cultura territoriale unita ad un altrettanto saggio e forte interesse per la cinematografia, non solo nei suoi aspetti fruitivi artistici, ma anche e soprattutto nei suoi aspetti strutturali. Con questo libro sembra di salire sulla vespa di…

“Mastro Paragon Coppella”: storia dei Buccellati

Mario Buccellati, in seguito alla morte del padre, a soli quattordici anni, fu costretto a lavorare per aiutare la sua famiglia. Il Buccellati fu assunto in un laboratorio orafo a Milano da dove, per motivi militari, dovette andar via. Durante la Prima Guerra Mondiale, andò a combattere, ma rimase ferito e, di conseguenza, venne congedato….

Una storia di gioielli: la famiglia orafa “Bulgari”

I Bulgari, famiglia di origine rumena, più nello specifico proveniente dal piccolo villaggio dell’Epiro chiamato Kalarites, ebbe come capostipite Sotirio(1857-1932), il quale iniziò la produzione di oggetti di pregio con manufatti in argento: egli decise di lasciare l’Epiro per l’Italia, con la speranza di trovare fortuna; il suo viaggio ha una prima tappa a Napoli…

La rappresentazione della Morte nel Tesoro di Boscoreale

L’intenzione insita in ogni cultura e quella di stabilire un confine permanente tra il mondo dei vivi e quello dei morti, i romani non facevano eccezione e la conseguenza prima del loro impegno nel tenere separate le due realtà, è l’esorcismo della morte. Un mondo minaccioso, magico e tetro che mal si accordava con l’ordine…

Beato Angelico: frate toscano, pittore romano

Fra Giovanni da Fiesole, il cui vero nome era Guido di Piero, nacque a Vicchio del Mugello intorno al 1395 e morì a Roma il 18 febbraio 1455, dove è sepolto nella cappella alla sinistra dell’altare di Santa Maria della Minerva, chiesa dell’ordine dei Domenicani[1], a cui il pittore apparteneva. Per la sua fedeltà all’ordine…

InMostra. EstateRomana: Mostre nella capitale per l’estate 2017

La città di Roma, anche per chi non riesce ad andare in vacanza fuori porta, offre molte opportunità di svago, tra le quali un considerevole numero di mostre molto interessanti. Presso il Museo di Roma – sede di Palazzo Braschi si tiene la mostra Piranesi. La fabbrica dell’utopia dedicata all’architetto ed incisore, curata da Luigi Ficacci e…

I Cosmati: una famiglia di marmorari

Lo stile cosmatesco è una definizione usata nella storia dell’arte e in architettura, in relazione ad un tipo di ornamentazione caratteristica dei marmorari romani del XII e XIII secolo ma di origine bizantina, consistente nell’abbellire pavimenti, cibori e chiostri mediante tarsìe marmoree policrome di svariate forme e fantasie. Nel secolo scorso questa decorazione fu chiamata “cosmatesca” perché usata dalla famiglia dei Cosmati, così detti dal nome di un membro, Cosma, figlio…