TesoriPerduti. Sant’Agostino, Amatrice

Il percorso continua in discesa e dopo la statua di bronzo a Cola Filotesio, ci dirigiamo verso l’inizio del Corso di Amatrice, Piazza Antonio Serva, che deve il nome all’amato medico e rispettato Sindaco che operò nel Comune dell’Alto Lazio fino agli anni 90′. Al suo centro si trovava il monumento ai Caduti, un piccolo…

CulturaFuoriPorta. Bomarzo: il Parco dei Mostri

Il Parco dei Mostri o Villa delle Meraviglie è uno degli splendidi giardini rinascimentali italiani. È così unico e particolare che le sue origini affondano nella leggenda. Si dice infatti che Pierfrancesco II Orsini, detto Vicino, signore di Bomarzo tra metà e fine ‘500, dopo aver abbandonato la carriera militare, si fosse circondato di una…

Il Teatro d’Alibert: il cuore dell’arte di via Margutta

Il nome dell’edificio si deve alla personalità di Giacomo d’Alibert, diplomatico francese che, giunto a Roma nel 1656, si occupò di promuovere la realizzazione di spettacoli teatrali per i personaggi politici di spicco che la città eterna ospitava in quel momento. Di fatto, nonostante fosse riuscito a realizzare un campo di Pallacorda nera, ricordato anche negli…

La prospettiva borrominiana di Palazzo Spada

La finta prospettiva del Borromini è ospitata nella Galleria Spada nell’omonimo palazzo, si trova in Piazza Capo di Ferro a Roma. Fu costruito nel 1540 per il cardinale Girolamo Recanati Capodiferro e l’architetto fu Bartolomeo Baronino da Casale Monferrato. Il palazzo fu comprato nel 1632 dal cardinale Bernardino Spada, il quale incaricò Francesco Borromini di restaurarlo secondo i nuovi gusti dell’epoca, propendenti per lo stile barocco….